LE FASI DELLA COMPRAVENDITA IMMOBILIARE

Gen 12, 2023Fiscale

La compravendita immobiliare è un processo complesso che è costituito da più fasi, ovvero: trattativa, proposta di acquisto, preliminare di compravendita e rogito. Per evitare di incappare in spiacevoli situazioni, le parti dovrebbero essere supportate da un agente immobiliare o da un professionista.

Cos’è la trattativa immobiliare?

La trattativa immobiliare ha inizio quando il proprietario dell’immobile in vendita e l’acquirente hanno un primo colloquio durante il quale vengono richieste e fornite svariate informazioni, che non riguardano solamente il prezzo dell’immobile.

In questa sede, infatti, le parti hanno modo di discutere vari punti tra i quali, ad esempio, la data di consegna dell’immobile, le spese condominiali oppure le modalità di pagamento.

Per affrontare nel migliore dei modi questa prima fase, il venditore deve fornire all’acquirente informazioni complete.

LA PROPOSTA DI ACQUISTO DI UN IMMOBILE

La proposta di acquisto impegna soltanto l’acquirente interessato all’immobile che versa una somma a titolo di caparra. Il venditore in questa fase è libero di valutare anche altre offerte, fino a che non decide di accettarne una. Nel dettaglio la proposta di acquisto contiene informazioni, sia di carattere giuridico che economico.

Per portare avanti al meglio la compravendita immobiliare, all’interno della proposta di acquisto, vanno indicate le seguenti informazioni:

  • i dati dell’acquirente e quelli del proprietario dell’immobile;
  • i riferimenti catastali, l’atto di provenienza e la planimetria dell’immobile;
  • la documentazione sulla conformità edilizia e urbanistica;
  • la presenza di ipoteche (qualora ci fossero);
  • il prezzo, la modalità di pagamento e le relative tempistiche;
  • i dati dell’agente immobiliare e la provvigione;
  • i termini da rispettare per accettare la proposta.

Per la proposta d’acquisto vincolata al mutuo si inserisce una condizione sospensiva che riguarda l’ottenimento del mutuo. In sintesi: se la banca eroga, l’acquisto può procedere; in caso contrario, la proposta decade e il contratto si risolve. Per tale motivo, va specificata la data entro la quale l’acquirente deve far sapere se il mutuo sia stato concesso o meno.

PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA

Una volta che il venditore accetta la proposta di compravendita, si ricorre al preliminare di vendita che impegna entrambe le parti a concludere l’acquisto.

In sostanza è quel documento nel quale si individuano tutti gli aspetti che saranno inseriti nell’atto di compravendita e nel quale si stabilisce che la vendita venga portata a termine alle condizioni precedentemente accordate.

Il preliminare di compravendita deve essere obbligatoriamente registrato entro una determinata tempistica e prevede il pagamento di imposte.

COMPRAVENDITA IMMOBILIARE

In questa fase viene effettuato il trasferimento definitivo della proprietà, questo passaggio è anche detto rogito. Consiste di fatto in un vero e proprio atto notarile che sigilla la compravendita effettiva dell’immobile.

L’ acquirente ha diritto di ricevere la consegna dell’immobile al momento del contratto notarile di compravendita, contestualmente al pagamento del prezzo e ha diritto di ricevere dal venditore tutta la documentazione relativa all’immobile e di essere garantito sia dall’evizione che dai vizi del bene.

Il venditore ha invece il diritto di ricevere dall’acquirente l’integrale pagamento a saldo del prezzo pattuito. La transazione viene completata al momento della stipula dell’atto notarile. Nel caso in cui l’acquirente ricorre ad una banca per un mutuo, l’importo verrà erogato dall’istituto di credito direttamente a favore dell’acquirente.

Puoi richiedere una consulenza scrivendoci a info@immobiliarealcorso.com

Richiedi Informazioni

 

    *Acconsento al trattamento dei dati secondo la Privacy Policy

    Scopri di più da Immobiliare Al Corso

    Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

    Continue reading