COHOUSING, LA NUOVA FORMA DELL’ABITARE

Ott 4, 2017News

Cohousing, che cosa è?

Il cohousing nasce in Danimarca negli anni ’60 ed è un modo di abitare collaborativo che coniuga gli spazi privati con aree e servizi a uso comune.
Sono piccole comunità costituite in prevalenza da famiglie che gestiscono gli spazi comuni in modo collettivo ottenendo risparmi economici e creando reti di relazioni.
Si parla di cohousing anche come soluzione per ridurre l’impatto umano sulla terra e per le politiche abitative.

Evoluzione dell’abitare

Il cohousing è un’evoluzione dell’abitare; alloggi, spazi comuni e servizi.
Dalla lavanderia alla biblioteca, dalla palestra all’orto passando per i laboratori per il “fai da te” e gli spazi giochi per bambini. A questo si aggiungono il wi-fii, la banca del tempo ed il car sharing. Ma anche la possibilità di prenotare uno spettacolo teatrale, cercare una baby sitter, organizzare una festa o disporre del doposcuola.
Non solo una casa quindi, ma un modo per semplificare e migliorare la vita di chi vi abita.

Queste iniziative trovano applicazione in grandi città come ad esempio Milano. I casi esistenti sono appartamenti con un target medio-alto con finiture di qualità ed un costo medio che si aggira tra i 5.800,00 ed i 7.500,00 euro al mq.
Il cohousing è proposto in differenti soluzioni.
A Torino una casa condivisa per 5 famiglie con biblioteca, nido, foresteria per gli ospiti, car sharing e doposcuola.
In provincia di Bologna un’operazione di rigenerazione urbana con la realizzazione di un complesso per 12 famiglie. Appartamenti dotati di spazi comuni tra cui la lavanderia, la sala per la musica e spazi polivalenti.

Il condominio collettivo interessa la fascia di acquirenti compresa tra i 35 ed i 65 anni. La metà sono coppie con figli.
A riscuotere successo sono la lavanderia, il wi-fi condominiale, la banca del tempo e l’organizzazione di gruppi di acquisto solidale.
Gli spazi che maggiormente vengono condivisi sono la lavanderia, il giardino, gli spazi fai da te e le sale polivalenti.

Abitare e condividere! Dunque sembra che questa sia la nuova forma dell’abitare del futuro.
Tu cosa ne pensi? Farebbe per te questa soluzione abitativa?

Fonte: www.homestagingitalia.it

Richiedi Informazioni

 

    *Acconsento al trattamento dei dati secondo la Privacy Policy

    Scopri di più da Immobiliare Al Corso

    Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

    Continue reading